Mare mio

Mare mio

vento di scirocco,
ma dove sono finiti i miei guanti ?
c’è un vento gelido,
la terra è lontana e c’è foschia.

quanto ti ho odiato mare mio,
che mi dai la vita,
ed un giorno mi porterai la morte.
E quanto ti ho bramato.

Intrattabile, nei tuoi momenti peggiori,
soave e romantico nei tuoi calmi tramonti.
Allegro, triste, fresco, caldo, pazzo,
ma mi dai la vita.

Per quanto sopporterai i maltrattamenti dell’uomo ?
con le tue creature che ti respirano ed inalano.
Acqua e sale, culla di tutti gli embrioni,
cura di molti mali, eppur così perseguitato.

Testo e Musica by Andrea Bianchini